Office 365 Video

All’ultima Microsoft SharePoint Conference 2014 di Las Vegas ho avuto occasione di assistere ad un paio di sessioni di anteprima della nuova gestione dei video su SharePoint Online, in Office 365.

Office 365 Video 3

Si tratta di una nuova funzionalità che combina la possibilità di caricare e visualizzare video su SharePoint Online beneficiando degli Azure Media Services.

Con questo breve video è possibile scoprire come lavora la nuova funzionalità.

Con questo altro video, tratto da una sessione registrata all’ultimo Teched, è invece possibile approfondire.

Dal blog del team di Office 365 puoi leggere l’introduzione alle funzionalità del servizio.

Da qualche settimana ho avuto l’occasione di testare la funzionalità in preview, e –nonostante qualche difetto di gioventù- la buona idea della funzionalità è confermata.

Il servizio del Pre-release Program offre la possibilità –su base volontaria- di testare in anteprima i nuovi rilasci su Office 365. Grazie a questa opzione ho la possibilità di testare in anteprima, prima del rilascio globale, i frequenti rilasci di Office 365.

First Release diagram

Aggiornate le mie certificazioni

Mi ero ripromesso di farlo entro l’anno, e l’obiettivo è stato raggiunto.

Ho completato i percorsi di certificazione MCSA Windows Server 2012 (Microsoft Certified Solutions Associate) e MCSE SharePoint 2013 (Microsoft Certified Solutions Expert).

MCSE SharePoint

MCSA_2013(rgb)_1480

Proseguo così il mio percorso di certificazioni tecniche iniziato nell’ormai lontano agosto del 1996.

SharePoint sul Cloud: SharePoint Online (Office 365) Vs. SharePoint On-premises (Azure)

CMS Wire ha pubblicato un interessante articolo di Chris McNulty sulla comparazione e orientamento della scelta SharePoint Online Vs. On-premies (pensando a una Farm dedicata su Azure).

Si tratta di un confronto tra il Cloud SaaS e IaaS di Microsoft.

Prova a rispondere alle seguenti domande e calcola il tuo punteggio:

2014-14-Nov-McNulty-Image1[1]

Leggendo l’articolo originale hai la possibilità di analizzare il significato del punteggio emerso dalle tue risposte.

Ecco la legenda:

<40
You are comparatively free of the history and capabilities of many on-premises environments. As a result, you’re a strong candidate for Office 365. You will get immediate benefits from the platform services without needing to disrupt existing content patterns or internal processes.
41-80
You have the classic posture of an on-premises environment. If you are trying to gain some of the advantages of the cloud, an IaaS solution like Azure VMs may be a stronger fit for your organization. Based on your use cases, a hybrid between O365 and Azure may also introduce some of the service simplicity of Office 365 with the complete admin control from Azure.
>80
On premises forever! You can work on other projects for the year while your needs progress and the solutions improve.

Dubbi sulle funzionalità SharePoint incluse nel tuo Piano Office 365 o nella tua edizione on-premises?

Frequentemente mi viene chiesto di chiarire se una certa funzionalità di SharePoint Online è o meno inclusa in un piano di sottoscrizione Office 365, suggerisco la lettura di questo articolo. Analogamente i dubbi possono ricadere per le diverse edizioni di SharePoint 2013 on-premises.

Consiglio di passare dall’articolo Technet (e non copio su questo post i dettagli) perché le informazioni variano nel tempo.

Più Office per tutti!

Grandi annunci da parte del team di Microsoft Office per il rilascio delle nuove release delle App di Office per iPhone, per iPad e per tablet Android.

image

L’offerta è, come per le altre novità rilasciate di recente, per i clienti di sottoscrizioni Office 365.

Interessante anche l’infografica che descrive che negli Stati Uniti (ma non è molto diverso dalle nostre parti) in media ogni utente utilizza 4 dispositivi (ricordo che le sottoscrizioni di Office 365 consentono all’utente di installare le applicazioni di Office fino a 5 PC/device), che gli utenti dedicano circa 162 minuti al giorno attraverso i propri tablet/smartphone, e che la produttività aumentata grazie alla diffusione dei dispositivi mobili ha ottenuto un incremento del 119% rispetto all’anno precedente.

Qualche dettaglio sull’enorme diffusione di Office (che ricordiamolo è sempre stato la “gallina dalle uova d’oro” di Microsoft):

image

Disponibile Outlook for Mac

I clienti di sottoscrizioni Office 365 hanno ora la possibilità di utilizzare il nuovo Outlook for Mac.

Outlook for Mac

Dagli annunci, è possibile scoprire le caratteristiche di questa nuova applicazione per Mac, che permette anche agli utenti Mac la possibilità di sfruttare la più diffusa applicazione di posta elettronica e comunicazione di casa Microsoft.

Riporto alcune delle novità introdotte:

  • Better performance and reliability as a result of a new threading model and database improvements.
  • A new modern user interface with improved scrolling and agility when switching between Ribbon tabs.
  • Online archive support for searching Exchange (online or on-premises) archived mail.
  • Master Category List support and enhancements delivering access to category lists (name and color) and sync between Mac, Windows and OWA clients.
  • Office 365 push email support for real-time email delivery.
  • Faster first-run and email download experience with improved Exchange Web Services syncing.
  • The new Outlook for Mac is available to Office 365 commercial customers and Office 365 Home, Office 365 Personal and Office 365 University subscribers.

Tra gli annunci recenti anche il prossimo rilascio (prima metà del 2015) della nuova release di Office for Mac.

Implementare Azure Blob Storage su infrastrutture SharePoint 2013

Come anticipato in un precedente post, Bill Baer ha pubblicato attraverso il suo blog le modalità di implementazione di Microsoft Azure Blog Storage (ABS) in SharePoint Farm.

I requisiti sono quelli di SharePoint 2013 e SQL Server 2014 sulla farm on-premises e -ovviamente- di una sottoscrizione a Windows Azure.

Ovviamente il medesimo scenario potrebbe –ancor più- essere realizzato su un’intera infrastruttura implementata attraverso VM su Azure.

Sul post di Bill sono dettagliatamente descritti tutti i passaggi necessari per l’implementazione, che quindi non ripeto su questo post.

Credo possa essere un’ottima soluzione per scenari ad elevata crescita di storage, beneficiando delle ottime qualità di ABS e riducendo sensibilmente i costi di archiviazione, data protection e alta affidabilità dei dati.

Soluzioni Cloud storage a confronto

Dal Blog di Aptera mi è capitato di leggere la sintesi un interessante studio comparato tra le principali soluzioni Cloud storage sul mercato realizzato da Nasumi, di cui i risultati sono stati riassunti in un efficace infographic:

  • Microsoft Azure
  • Amazon S3
  • Google
  • Rackspace
  • HP

Ecco le prime comparazioni in termini di performance:

image

ed ecco il bechmark rispetto all’Availability:

image

ed infine la percentuale degli errori registrati sulle operazioni di test:

image

Da queste comparazioni esce dunque vincitore il cloud storage di Microsoft Azure (ABS – Microsoft Azure Blog Storage), che come ci racconta Bill Baer è ora possibile sfruttare anche come storage di supporto di infrastrutture SharePoint 2013 e SQL Server 2014.

Nuove competenze certificate per Green Team

Nell’ambito del programma Microsoft Partner, ecco arrivate nuove competenze certificate per Green Team, la mia azienda.

image

Oltre alle due competenze “Gold” segnalo con soddisfazione la competenza “Cloud Platform”, che corona un percorso compiuto dal team dedicato ai progetti cloud su Microsoft Azure, che aveva portato nei mesi passati all’inclusione di Green Team tra i membri del programma Microsoft Azure Circle.