Anders Hejlsberg e le eccezioni in C#

In questa interessante intervista di Billl Venners e Bruce Eckell con Anders Hejlsberg sono spiegate, una volta per tutte, le motivazioni per cui le eccezioni in C# non hanno la funzionalità presente in Java (e in parte in C++) per specificare quali sono le eccezioni “generabili” da un metodo (funzionalità che prende il nome di Checked Exceptions).
In particolare, poi, Anders Hejlsberg sottolinea l’importanza dell’uso di finally rispetto all’uso di catch, arrivando a dire che in media in un programma dovrebbe esserci un rapporto di 10 a 1 tra finally e catch. In un articolo su DevLeap ho già parlato a fondo dell’argomento, quest’intervista aggiunge qualche spiegazione in più per le linee guida fornite.