Windows Azure CDN Pricing

Dopo una fase CTP che durava da Novembre 2009, i tempi sono ormai maturi per far uscire e, giustamente, far pagare il servizio di Content Delivery Network di Windows Azure.

L’obiettivo del servizio è fornire varie location nel mondo per portare i dati vicino agli utenti che ne usufruiscono. Ad esempio, una applicazione potrebbe memorizzare dei video o dei documenti all’interno dello storage di Windows Azure: dalla versione 1 di Azure è possibile indicare come affinity group dove devono risiedere i dati; ad esempio potrei piazzare i dati in Europa.

Se la mia applicazione fa largo uso dei dati nello storage potrebbe essere molto furbo replicare tali dati su server più vicini all’utente. Ad esempio se i miei utenti sono italiani potrebbe aver senso ridurre la latenza portando una copia dei dati su server italiani. Se ho clienti internazionali sarebbe furbo portare i dati nei vari paesi.

Il servizio CDN si occupa proprio di questo: replicare copie dei dati nei vari punti della rete in modo da avvicinarli agli utenti che ne fruiscono.

I prezzi sono stati resi pubblici sabato e li riporto come li ho ricevuti:

To date, this service has been available at no charge. Today, we’re announcing pricing for the Windows Azure CDN for all billing periods that begin after June 30, 2010. The following three billing meters and rates will apply for the CDN:

  • $0.15 per GB for data transfers from European and North American locations
  • $0.20 per GB for data transfers from other locations
  • $0.01 per 10,000 transactions

With 19 locations globally (United States, Europe, Asia, Australia and South America), the Windows Azure CDN offers developers a global solution for delivering high-bandwidth content. The Windows Azure CDN caches your Windows Azure blobs at strategically placed locations to provide maximum bandwidth for delivering your content to users.  You can enable CDN delivery for any storage account via the Windows Azure Developer Portal.